sabato 1 dicembre 2012

ALCE NERO



“Alce Nero è il marchio di oltre mille agricoltori e apicoltori, impegnati, dagli anni 70, in Italia e nel mondo, nel produrre cibi buoni, sani, che nutrono, frutto di un’agricoltura che rispetta la terra.
Alce Nero offre un assortimento molto ampio di prodotti alimentari biologici che comprende pasta di semola di grano duro, pasta di farro, pasta di grano khorasan KAMUT®, pasta di grano Senatore Cappelli, farine, riso, olio extravergine di oliva, cereali e legumi, passate e polpe di pomodoro, sughi, composte e succhi di frutta, frollini… tutto biologico. A questo abbiamo aggiunto una gamma di prodotti fairtrade, provenienti dai soci più lontani, come il caffè, lo zucchero di canna, il riso basmati, le tavolette di cioccolata, i frollini con fave di cacao, il tè…
Rispetto per la terra, nessun utilizzo di sostanze chimiche di sintesi, come pesticidi ed erbicidi, processi produttivi rispettosi delle materie prime, con basse temperature e tempi brevi di lavorazione, questi sono gli ingredienti dei nostri prodotti biologici.
Scegliamo e valorizziamo varietà colturali antiche e pregiate e le coltiviamo nei nostri campi, nelle zone più vocate d’Italia e del mondo.  Alce Nero è presente in Italia nei migliori negozi di alimentazione biologica come NaturaSì, CuoreBio e negozi indipendenti e anche nei supermercati e ipermercati della grande distribuzione. Siamo inoltre presenti in circa 30 paesi del mondo, in Europa, Asia, America.

L'origine del marchio Alce Nero -  Il marchio prende origine dal nome dell’indiano Alce Nero (1863-1931) uomo di medicina e predicatore. Alce Nero era un Sioux Lakota di stirpe Ogalala. Fu profeta e testimone dei fatti di sangue più agghiaccianti tra il suo popolo ed i soldati bianchi. Partecipò giovanissimo a diverse battaglie, finché il suo popolo si arrese e tutti vennero confinati in una riserva. Sin da bambino aveva imparato che piante, animali e uomo appartengono allo stesso insieme, che offendere la natura significa offendere l ’uomo, e che è bello riuscire a sentire il respiro della terra, rispettarla, conoscerla e assecondarla, perché sia generosa con l ’uomo e con le sue generazioni future. C’era una volta un uomo, il suo nome era Alce Nero, ci ha lasciato un messaggio giusto che oggi vive ancora e in cui noi ci riconosciamo:
“A chi gli chiede di Cavallo Pazzo, suo cugino scomparso, Alce Nero, uno degli ultimi capi indiani Sioux che muore alla fine degli anni ’30, risponde: Non importa, dove giace il suo corpo, poiché è erba; ma dove si trova il suo spirito: lì sarebbe bello stare.” Da “Alce Nero Parla” di John G. Neihardt ed. Adelphi. Dopo 30 anni dalla sua nascita, questo indiano con la lancia pronta e la postura eretta continua a rappresentare per noi una meta ancora in gran parte da conquistare: il diritto per tutti ad un cibo buono e sano, che nutre bene, rispettoso dell’ambiente, di chi lo produce, di chi lo utilizza. Nel suo lungo percorso Alce Nero ha coinvolto e continua a coinvolgere agricoltori in tutta Italia ed in luoghi lontani: oggi noi siamo nel nostro paese più di mille agricoltori ed apicoltori biologici, insieme ai giovani agricoltori biologici impegnati nelle terre confiscate alla criminalità ed ancora molti più in Brasile, Costa Rica, Perù, Messico.

Agricoltori che operano insieme (co-operano). Senza confini. Soci determinati e convinti, spesso molto distanti nella geografia ma uniti da una relazione stretta, consapevole e affettiva con la terra, con gli animali che alleviamo, nell’impegno per la qualità. Senza fretta provate i nostri prodotti e leggete le nostre etichette. Scriveteci, visitate i nostri campi e le nostre aziende: sono aperte a tutti.

Lucio Cavazzoni
Presidente Alce Nero & Mielizia


Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.