giovedì 3 gennaio 2013

NEL PROGRAMMA DE I MODERATI 2.0 PER LE LIBERTÀ CON PRESIDENTE LEO LYON ZAGAMI, SI PARLA DI ENERGIA E AMBIENTE



MODERATI 2.0 PER LE LIBERTA’ trae le sue origini dalla rete e si ispira e fa suoi i principi di libertà, solidarietà e partecipazione alla vita pubblica sanciti nel manifesto del Movimento politico internazionale Pirata. Questi sono orientati alla difesa della dignità umana, delle libertà individuali, del diritto di accesso alla cultura, alle fonti e ai mezzi tradizionali e più avanzati di informazione e di conoscenza: tutti elementi necessari per la consapevole e critica partecipazione del singolo al progresso collettivo. La difesa della pace, il ripudio di ogni forma di violenza e sopruso, il rispetto e la tutela della vita umana e dell'ambiente in senso sostenibile, l'indipendenza e il contrasto di poteri e interessi economici non legittimati democraticamente sono altresì principi imprescindibili per un giusto sviluppo della società. In particolare, adottando metodi e tecnologie avanzate di democrazia digitale, diretta e compartecipata (e-democracy), volta al superamento dei limiti dell’attuale democrazia rappresentativa, Moderati 2.0 per le Libertà si prefigge di sviluppare le premesse per un rinnovamento dello Stato, onde adeguarlo alle istanze dei cittadini di oggi e gettare le basi per quelle dei cittadini di domani. Tutto ciò, nel rispetto dei principi fondamentali di autodeterminazione dei popoli, della Costituzione Italiana, della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e delle altre carte e trattati internazionali ad essa ispirati e collegati. In particolare i Moderati 2.0 per le libertà sviluppano proposte inerenti ambiente, energia e salute che mettiamo subito in evidenza
Energia - 1. Istituzione di un Piano Energetico Italiano, al fine di ridurre la dipendenza dell'Italia dall'approvvigionamento estero, grazie a misure di risparmio energetico (sia tecniche sia di carattere divulgativo-informativo), ad attività tese a massimizzare l’efficienza in tutti i settori industriali e civili e alla realizzazione di impianti energetici derivanti da fonti rinnovabili, a basso impatto ambientale.
Ambiente, e Turismo
1. Istituzione di un piano di indispensabile e non più derogabile risanamento idrogeologico del territorio nazionale.
2. Istituzione di un piano nazionale di salvaguardia e valorizzazione dei beni artistici, ambientali e storici. Istituzione dell'Agenzia di Promozione Turistica Nazionale, organo centrale di promozione delle bellezze ambientali, storiche e culturali italiane nel mondo, a sostegno dello sviluppo dell'industria del turismo.
3. Promozione di una cultura legata al rispetto per l'ambiente e finalizzata alla diffusione di buone pratiche sia collettive sia individuali per la minimizzazione dei rifiuti, il riciclo dei materiali, il riuso dei beni durevoli e l'uso sostenibile delle risorse naturali.
4. Tutela dei diritti degli animali contro i maltrattamenti, la pratica della vivisezione e gli esperimenti e test di natura farmacologica e cosmetica.
5. Istituzione di presidi sanitari pubblici per animali.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.